Gennaio e issue: uscio di passaggi

giano_bifronte_palazzo_magnani_reggio_emilia

All things by immortal power,
Near and Far
Hiddenly
To each other linked are,
That thou canst not stir a flower
Without troubling of a star.

(Francis Thompson 1859-1907)

Il mito e il significato che si attribuisce a Janus come dio degli inizi, delle transazioni trae fondamento da tre etimologie suggerite da Cicerone, Ovido e Macrobio che spiegaro la vicinanza tra ianua e il verbo latino o italiano ire/ andare. Altri studi recenti hanno ipotizzato che il termine derivava dalla radice in Indo-Europea con il significato sempre di passaggio, transizione e che attraverso il sanscrito “yana-” e la lingua avestana (localizzata nel nord dell’Iran) “yah-“, con una variazione grafica dal latino e poi nell’italiano “i-” così come in greco viene assimilato come “ei-“. Iānus vuole essere ed esprimere l’idea di viaggio, di passaggio di andare e anche del camminare ,così dalla radice *yā- *y-eð- *ey- si trasforma in eō, ειμι. Secondo altri studiosi la stessa radice Indo-Europea sarebbe all’origine anche di parole come Diana contenendo al suo interno la stesso lessema *yā-.

Ovido nei Fasti I 126-7; Macrobio Saturnali I, 9, 11: “Alii mundum, id est caelum, esse voluerunt: Ianumque ab eundo dictum, quod mundum semper eat, dum in orbem volvitur et ex se initium faciens in se refertur: unde et Cornificius Etymorum libro tertio: Cicero, inquit, non Ianum sed Eanum nominat, ab eundo.” ; Cicerone nel De Natura Deorum II 67: “Cumque in omnibus rebus vim habent maxumam prima et extrema, principem in sacrificando Ianum esse voluerunt, quod ab eundo nomen est ductum, ex quo transitiones perviae iani foresque in liminibus profanarum aedium ianuae nominantur”.

ciceron

   Il collegamento tra Giano il dio di tradizione romana le ritroviamo ancora, oltre che in nomi come Gennaro, in toponimi colle del Gianicolo a Roma, dove secondo la leggenda sorgeva un tempio dedicato al dio del passaggio, Genova anche se ci sono pensieri contrastanti sul collegamento tra i due nomi in quanto la vicinanza al nome Iano compare solo in epoca medievale, rimane comunque l’idea che in un certo momento della storia il toponimo abbia assunto anche questo significato metaforico, di città bifronte, di collegamento tra il mare e gli appennini, tralasciando le altre possibili ipotesi di origine. Subbiano in provincia di Arezzo, Tiggiano provincia di Lecce, Jenne a Roma, il calabrese, il sardo e il pugliese Genna che traggono il loro nome dal dio protettore degli inizi e dei passaggi, nelle attività umane e in quelle naturali. Giano (Ianus) rappresentata simbolicamente il passaggio tra la vita fisica e l’anima ultraterrena. Ianus trae la sua origine ianua “door/porta”, ed contenuta oltre che in January nome del primo mese dell’anno , anche nella parola inglese “janitor” (Latin, ianitor/bidello, custode, guardiano).Giano come protettore dell’inizio, dei passaggi fluviali, dei porti, degli incroci dunque anche di quelle delle attività mercantili, tradizionalmente svalutate o criticate dalla morale antica, e persino di quelle illecite, l’immagine simbolica del volto bifronte, propria di Giano, e il concetto di bifrontismo passarono a indicare un atteggiamento ambiguo o op-port-unistico, una persona pronta a mutare opinione a seconda della convenienza. Questo permette anche di rendere possibile le vicinanze delle parole iano(passaggio)< > ire(Latino)(andare)<> issue (uscita), con i suoi polisemici significati: uscita, passaggio, uscio (usato frequentemente nella regione centro nord della penisola italiana, come Toscana, Umbria e Marche) esempio l’espressione “meglio un morto in casa che un pisano dietro l’uscio”. Questa apertura o riflessione su alcune parole ci consente di rendere trasparenti espressioni finanziarie: issue of a loan, emissione di un prestito, bonus issue, emissione di azioni gratuite; fiduciary issue, circolazione fiduciaria; price issue, prezzo di emissione; public issue, offerta pubblica di sottoscrizione, offerta al pubblico; rights issue, emissione di nuove azioni con diritto di opzione; share issue, emissione azionaria, stamp issue, emissione di francobolli. Nel linguaggio giuridico quando si vuole indicare una promulgazione di decreti; emanazione di una sentenza. Attraverso un processo metaforico il termine issue diventa: pubblicazione, atto mininisteriale, pubblicazione di libri o riviste: as stated in today’s issue, come si dice nell’edizione di oggi. In geografia sbocco di un fiume o anche foce di fiume. Nel linguaggio medico indica uno sfogo, o uno spurgo di una ferita. Assume anche una connotazione antonimica da conclusione, risultato, esito: the final issue, l’esito finale; to bring matters to an issue, portare una faccenda a conclusione, a stirpe , discendenza , prole to die without issue, morire senza prole. Non è un caso che tutte queste parole che sembrano così distanti siano invece nate dalla stessa parola. La prospettiva euristica di un termine europeo è una ricchezza di valenze eurolinguistiche ed euroterminologiche che permette di riscoprire alcuni elementi che non si possono ignorare. La curiosità, deve spingerci ad andare oltre le fonti a noi arrivate, guardare i fenomeni attraverso un approccio sia onomasiologico che semiasiologioco. Questo fa parte della vita naturale delle parole che nascono, si evolvono, proliferano, cambiano significato, cadono nell’oblio e poi le ritroviamo in tante altre forme nel tempo e nello spazio. Le parole viaggiano, si modificano e perdono la loro discendenza, come le persone e le diverse popolazioni che si sono nel tempo succedute e che geneticamente possiamo individuare. Attraverso il lavoro semasiologico e onomasiologico si può lavorare e ridentificare le eurofamiglie di parole, ricostruendo connessioni e parentele eurolessicali che vadano oltre i confini geopolitici e che ci permattano di costruire un lessico articolato internazionale e multiculturale, capace di sostenere e trovare punti e ponti di incontro tra gli persone, democrazia, diritto linguistico e rispetto umano.

ecate_2
triplice aspetto la caratterizza comune tutelare i crocevia, i punti d’incrocio di tre strade dirette in opposti versi. La formazione triadica è tipica del mondo ideale dell’antichità e spesso si applica alle divinità femminili potenti; passato, presente e futuro si associa all’idea del ciclo e dell’evoluzione – sia in termini temporali, come passato-presente-futuro (si pensi, infatti, che anticamente la divisione del mense era tripartita, e le tre fasi lunari del mese erano proprio rappresentati dalla Ecate lunare) che di evoluzione coscienziale, come cammino dallo stadio caotico-uroborico a quello celeste .Imagini de li dei de gl’antichi di Vincenzo Cartari Reggiano (Venetia 1556), immagine di Ecate Triforme

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Filmografia:

Gennaio come metafora

I due volti di gennaio

 

 

 

 

 

latino, Linguistica, Senza categoria

Informazioni su euroterminologia

Manuela Cipri at present works as a researcher in the Department of Languages for Public Policies, Faculty of Political Science, Sapienza University of Rome, Chairwoman from the Scientific and Technical Committee in Hermes -CSE -- European's Researchers of linguistics field -- Board of NiKolaos Route (La via Nicolaiana, responsabile Monia Franceschini)- i cammini d'Europa Biographical outline: After graduating in Political Science,and pianoforte, Ms. Cipri attended a Masters course in Linguistic-cultural Mediation, an advanced training course in Specialised Translation and a Masters course in Geopolitics at the Sapienza University of Rome. From 2004 to 2006 she was a research assistant in English in the Department of Languages for Public Policies and carried out research activities in Canada, at Geonames in Ottawa, and participated in various conferences all over the world. She is a member of several research groups in Italy and abroad, such as the REI, the Italian Network for Institutional Excellence. She is on the board of directive Hermes - CSE Euroterminology, Nicolaiana Rout with Proff. Paul Arthur and Romeo Ciminello. She on the board and member of several Academic magazine such as "Fuori Luogo- Sociologia del Territorio, Turismo, Tecnologia" editor Fabio Corbisiero, publisher PM, and "Confini sociologici" Academic book FrancoAngeli "Confini sociologici" editor Prof. P. De Nardis Formafluens, Eurolinguistics-South Association. She is a member of the Italian Geographical Society and the Italian Association for Canadian Studies. Since 1999 she has written articles on place-names for the magazine International Tourism. She has interviewed various important figures from the world of politics and culture, including President George W. Bush, actor George Clooney, director Francis Ford Coppola, Nobel prize-winner for Literature Wole Soyinka and the Irish writer Jennifer Johnston Main publications: Cipri M. Processi Di Formazione Di Parole Nella Toponomastica Inglese, Guaraldieditore (2004) Second Edition 2007. Cipri M. (2004), L. Kovac: oltre le utopie razionalismo evoluzionista e noocrazia, in v.a. ‘Biologia moderna e visioni dell'umanita', Rome University "La Sapienza"(2004). Cipri M. (2004), Helga Nowotny:sulla difficile relazione tra le scienze della vita e le attivita' umane, in v.a. ‘Biologia moderna e visioni dell'umanita', Rome University “La Sapienza” (Premio Libro Europeo "Aldo Manuzio"2004). Cipri M. Approccio interculturale alla toponomastica inglese (2014) Cipri M. et al. , Text tools and trends(2013) Cipri M., Donna, domina in Sofonisba Anguissola's picture (2016) Cipri M. , Political communication in Italy – The fact checking on Matteo Renzi and Matteo Salvini (2014-2016) Cipri M. Network society : case of study – David Cameron and BREXIT (2016) Editor blog: euroterminologia.altervista.org CEO : ToESP/ ToELSP Test of English for specific purposes/ and Test of English for linguistics and specific purposes (TOESP è un esame di lingua inglese specialistica che permette di conseguire la Certificazione Europea nei livelli B1 e B2, for terminological knowledge on the scientific skills (medical language, economics language, and Legal language) Label Europeo 2009. CEO : Hermes - Centro Studi Europeo on Eurolinguistics and Euroterminology and collaboration with Termcoord EU (2016)

Precedente Una nuova angolazione ... eurolinguistica Successivo NASDAQ